e-commerce e smart city

e-commerce

Per arginare la desertificazione commerciale con forme di sostegno ed avviare un progetto di incentivi alla riapertura delle attività commerciali chiuse; con i privati l’uso dei contenitori edilizi in degrado (convento S.M. delle grazie, ex ospedale); tutela del patrimonio artistico ed architettonico, favorire la cooperazione degli operatori commerciali

Nello stesso punto si parla di possibilità di nuove forme e-commerce applicate al commercio locale …… è doveroso riportare il significato di “e-Commerce” comprende le operazioni relative ad attività commerciali e transazioni effettuate per via elettronica: commercializzazione di beni e servizi, distribuzione online di contenuti digitali, effettuazione di operazioni finanziarie e di Borsa, appalti pubblici per via elettronica e altre procedure transattive della PA. La vendita si realizza tramite piattaforma web, su cui il venditore carica il catalogo prodotti/servizi così che il compratore lo possa consultare online, è lapalissiano come l'e-commerce non aumenta la produzione locale, anzi, considerato che non servono negozi, ma un simplice PC o similari l’ecommerce è l’antitesi dello sviluppo di zagarolo. bisogna tener presente che il massimo fatturato annuo per un’attività e.commerce è di 5.000 euro. (un chiaro esempio è la vendita tramite ebay o similare).

Urbanistica Edilizia In armonia con le attività della città metropolitana, il Comune adotterà un piano strategico in ottica Smart City

Il primo punto sull’urbanistica ed edilizia già sottolinea come tutte le attività dovranno essere dettate dalla città metropolitana che porrà vincoli e quant’altro senza tener conto delle esigenze dei cittadini di zagarolo, inoltre il concetto di smart city difficilmente potrà essere attuato in quanto una città può essere definita intelligente, o smart city, quando gli investimenti effettuati in infrastrutture di comunicazione, tradizionali (trasporti) e moderne, riferite al capitale umano e sociale, assicurano uno sviluppo economico sostenibile e un'alta qualità della vita, una gestione sapiente delle risorse naturali, attraverso l'impegno e l'azione partecipativa.

Appare fantascientifico allo stato attuale prevedere uno sviluppo economico del paese in quanto gli stessi amministratori passati concorrono a governare di nuovo. Il concetto di smart city era già presente cinque anni fa ma non è stato preso in considerazione è un concetto da vendere in campagna elettorale, è inattuabile sia per la conformazione vera e propria del paese, sia perché sotto tutela delle belle arti. Inoltre si dovrebbe prevedere costi di realizzazione altissimi e la ricostruzione totale del paese.